Logo

USA

Sconosciuti

Volevo fare un polverone trattando ancora di Americanate, ma proprio un paio di giorni fa mi sono ritrovata a parlare con uno sconosciuto di un argomento che spesso giace nel girone del vanitosi dopo aver percorso il vasto ramo della filosofia spicciola. Ma la lingua inglese permette più inflessioni di quante l’italiano possa esprimere mettendo

View Article

Say it twice, say it again

(PREMESSA: Questo post conterra` accenti mancati, sempre che si possa contenere qualcosa che manca. Attualmente il computer in uso ha una tastiera non soltanto qwerty ma anche قشعرتط , che qualsiasi cosa voglia dire, giuro si scrive pigiando qwerty in modalita` arabica.) Se trovarsi di fronte a case rosa non sorprende piu` alcun italiano, a

View Article

IMG_9036

#1

#DECINE Luglio, Luglio, sii gentile e dammi il tempo per accumulare una decina di cose insieme. Una alla volta va benissimo, una al giorno.    Non viene considerata la pazienza, la maestria nel creare coreografie di cartone su altro cartone, non viene più nemmeno criticata l’andatura, ammirato il passo spedito, la città si crede piccina,

View Article

#6

Questa mattina dovevo andare a consegnare un assegno di venti dollari al bowling del paese accanto. Vallo a chiamare paese poi. Una strada, negozi da entrambe le parti e attorno case in ordine geometrico come decorazioni persiane sui tappeti. Il bowling si trovava al centro di una rotonda immensa, dove le macchine dovevano fare il

View Article

sConfronti #1

Dieci giorni su quest’enorme Isola, alla quale non sento ancora di dare del Tu. C’è un rapporto di cortesia tra me e ciò che mi circonda. Sentirmi rispondere benvenuto ad ogni thank you mi fa sorridere. Presto smetterò di tradurre letteralmente. Ci sto provando a socializzare in inglese con il vicinato, ce la sto davvero mettendo tutta,

View Article

Next