Mi hanno regalato questo spazio

Decimo giorno di dopolavoro (con invito)

Che dopolavoro? Di che sto parlando? Clic qui.

Sono ancora qui?
Dieci giorni che parlo di cose che accadono attorno, ancora trenta e potrebbe sembrare a tutti gli effetti una quarantena, con tutta la febbre e la tosse e raffreddore in allegato.
Domani la volete vedere una persona sana, ma sana per davvero? Una che non starnutisce più né guarda con occhi lucidi chiunque? Non so, se siete a Roma mi trovate in via dei Coronari dalle 17 fino a chissà che ora, per un evento con tarallucci e vino. Non si paga, al massimo si chiacchiera con me o i mei colleghi. Non so se è allettante come l’ho buttata giù, ad ogni modo ora lo sapete.

Per qualsiasi informazione sui tarallucci e vino:    oceanoindiscesa@gmail.com
per le cose più importanti:    oceanoinsalita@gmail.com

1 Commento

  1. RageAgainstTheDyingOfTheLight

    Peccato per l’evento, i tarallucci e il vino contribuivano effettivamente a renderlo allettante ma, per quanto mi riguarda, non sarò a Roma prima di dicembre…

    PS: non commento ogni volta, un po’ perchè non saprei che rispondere senza essere banale e un po’ per non mettere ansia, però leggo, leggo. Anzi, parlando di nostalgia e malinconia quasi mi hai fatto venire voglia di scrivere 🙂

I commenti sono chiusi