Cose di passaggio

Quando viaggio in treno prima delle sette a emme,

Soprattutto dopo la metà di Ottobre, quando il sole non ha tutta sta voglia di dimostrar mattina ed una specie di nebbia ricopre case, piscine e tralici,

guardando il riflesso nel finestrino opposto al mio, vedo sempre neve.

Di quella soffice, che appunto ricopre tutto ciò che in quel vetro viene riflesso. Se è condensa o effetto ottico, non importa. Vedo neve e non lo dico a nessuno.

Che poi mi passa la nostalgia de l’estate-sta-finendo tutta in un baleno, d’altronde l’inverno ha il suo fascino, soltanto ad immaginarlo.

Settembre
Era troppo comoda la vita in Italia? Meglio scappare. dietro l'Oceano, dove nessuno mi può immaginare.