Logo

dicembre, 2014

Dice

Ultimamente, tipo negli ultimi due anni, mi sto accorgendo di cominciare un libro e poi, dopo pochi capitoli, prenderne un altro e iniziarlo mentre il primo è chiuso e così via. È come se riuscissi, io e la mia testa, la mia concentrazione, è come se noi riuscissimo a scindere ogni singola trama dall’altra ed è una soddisfazione

View Article

Tacito accordo

Qui ho ripreso a lavorare. In libreria qualcosa è cambiato, un po’ perché ci sono io, di nuovo, e un po’ perché era ora che cambiasse, quel qualcosa. Ecco, ora che le cose non son più cose di una volta, quando i romanzi venivano messi insieme a tutti i romanzi in ordine alfabetico, per esempio,

View Article

Ascoltare le colonne

Oggi che era una bella giornata di sole ero proprio contenta che fosse Dicembre. Ho pensato non sarebbe stato male avere anche un Gennaio così, tutto di sole, e pure un Febbraio. Che poi Marzo fa da se e si arrangia. Era una bella giornata, dicevo fin da mezzogiorno, quando mi sono alzata. Ho controllato se

View Article

Mi intenerisco

Ci sono appartamenti che si comportano da case. Quasi ci fosse bisogno di dimostrare di essere domestici. In alcune camere da letto le sedie prendono vita sotto strati di vestiti, i divani diventano tavolini da tè e i tavolini poggiapiedi nell’ora della merenda. A volte il pavimento è parquet, a volte di piastrelle e altre di

View Article

Una citazione

“Se dormire insieme fosse stato giacere, sarei stato più contento, io.” La cena poco aziendale, citazioni imperdibili, Roma, pag. a caso – tanto il senso è quello  

View Article

Next